La Città Futura

il progetto rossoverde per Portogruaro
 

La bicicletta rimane in pista

15 luglio 2015
Pubblicato da La Città Futura

Ad un mese dal ballottaggio e con la prima seduta del Consiglio Comunale siamo entrati in una nuova fase della vita politica portogruarese, una fase densa di novità ma secondo noi soprattutto di rischi. La vittoria di Maria Teresa Senatore, frutto della raccolta di consensi organizzati attorno ad interessi di vario tipo, ma senza un vero progetto per il futuro della città e della comunità, lascerà ben presto sorpresi e delusi molti cittadini che hanno dato il loro voto contro, piuttosto che per qualcosa.

Noi rossoverdi abbiamo analizzato il voto che contiene anche il nostro deludente risultato elettorale. Conosciamo bene i nostri limiti attuali, confermati anche dal voto dopo una campagna elettorale peraltro affrontata con mezzi risicati e senza strappi propagandistici. Ma sappiamo che anche stavolta abbiamo seminato molto di più di quanto abbiamo raccolto e che il contenuto dei nostri progetti non verrà cancellato tanto facilmente dall’agenda politica portogruarese.

Ora siamo senza alcun consigliere comunale, ruolo che non possiamo ovviamente delegare a chi è stato eletto in un’altra lista, seppur alleata nelle ultime elezioni, ma non staremo in riva al Lemene in attesa del cadavere del nemico. Abbiamo già avuto in questi mesi l’inserimento e l’avvicinamento di nuove forze, di giovani leve determinate a continuare e rinnovare la nostra battaglia. Con la calma e la determinazione necessarie ci daremo la forma e gli strumenti per essere più presenti ed attivi, aperti ed inclusivi, critici e liberi.

Noi rossoverdi non abbiamo niente da perdere e lavoriamo sempre nella comunità. Perciò sapremo rinnovare le nostre energie, sia fuori che in relazione a quanto accade nel Consiglio Comunale, pronti ad ogni momento di partecipazione civile e politica. E chiediamo di darci una mano a tutti quei cittadini che pensano di essere vicini ai nostri temi.

Tags: ,
Filed under: | | No Comments

Caro elettore, non dar Porto in mano alla Lega

10 giugno 2015
Pubblicato da Patrizia Daneluzzo

Cari elettori che fino ad oggi NON avete mai appoggiato la Lega Nord né la destra, anche estrema, che la sosterrà a Portogruaro: non sottovalutate l’importanza del ballottaggio di domenica 14 giugno!

Guardiamo i fatti: da una parte c’è una coalizione composita ma unita, con un programma condiviso e definito dall’inizio di questa campagna elettorale, con un candidato sindaco, Marco Terenzi, che ha dimostrato in più occasioni autorevolezza, competenza, indipendenza, capacità di ascolto e visione programmatica. E che ha fatto la scelta coraggiosa di non cambiare le carte in tavola, ricorrendo ad apparentamenti dell’ultimo minuto.

Dall’altra parte c’è una coalizione di ben 11 (undici) liste che in tre giorni dovrebbero arrivare a un programma comune, alcune delle quali fino a ieri non avevano nulla a che spartire con la Lega, ma i cui rappresentanti (Barro, Toffolo, Mascarin) giovedì sera saranno in piazza ad ascoltare e sostenere Luca Zaia.

Personalmente, mi sento distantissima dalla Lega Nord e da tutto quello che questa componente politica incarna. Personalmente, sono spaventata da una lettura sempre più semplificata di una realtà sempre più complessa. Personalmente, sono allarmata dalle conseguenze di una politica che fa leva sulle paure della gente, invece che sulle loro speranze.

So che tanti di voi sono arrabbiati: il periodo in cui viviamo è duro e difficile per molti, se non per tutti. Ma davvero credete che dare il governo della città in mano alla Lega possa risolvere i nostri problemi? La stessa Lega che da quindici anni buoni è alla guida della nostra regione, a gestire le leve dei temi più importanti, anche per il portogruarese: la sanità, il lavoro, il turismo, il rischio idrogeologico, le politiche energetiche, l’agricoltura. Credete che su questi punti l’operato della Lega sul nostro territorio sia da premiare? O che possa fare di più in Comune di quanto non abbia potuto fare dall’alto della Regione?

Se è il cambiamento che volete, non fatevi abbagliare: chiedetevi quale cambiamento volete davvero! Quanto nuove sono le facce delle 11 (undici) liste (ma con Scarpa aggiunto in extremis) che si propongono a sostegno della Lega? Di quale programma hanno parlato in questi mesi?

Personalmente, sono orgogliosa di vivere in una (delle forse poche) città del Veneto in cui la Lega ha avuto poca storia, in cui l’elettorato, fondamentalmente centrista, ha sempre tenuto a distanza e guardato con sospetto ai toni urlanti e i bassi contenuti di questa componente politica. Portogruaro per fortuna è altro!

Non cediamo adesso: è importante davvero!

Tags:
Filed under: | | No Comments

Grazie ai nostri elettori!

2 giugno 2015
Pubblicato da La Città Futura

Alle elezioni municipali del 31 maggio la Lista Rosso Verde La Città Futura ha raccolto 417 voti, il 3,5%. E’ un dato in flessione sul 2010 (570 voti e 4,2%), ma del tutto comprensibile con la diminuzione dei votanti e la grande concorrenza di liste.

Il candidato sindaco della coalizione Marco Terenzi andrà al ballottaggio del 14 giugno ed in caso di vittoria noi abbiamo la possibilità di confermare la nostra presenza in Consiglio comunale.

Ringraziamo i nostri elettori per il voto e tutti i nostri sostenitori per l’aiuto dato alla lista. Siamo senza sede e senza particolari mezzi finanziari, ma sappiamo di non esser soli.

Seguiteci sul nostro sito e su Facebook. Abbiamo ancora tanto da fare, insieme.

Tags: ,
Filed under: | | No Comments

Le tappe della corsa della Bicicletta

Pubblicato da La Città Futura

Domenica 14 giugno 2015, ore 7.00-23.00
Votazioni per il ballottaggio tra i primi due candidati sindaco di Portogruaro.

Domenica 31 maggio 2015, ore 7.00-23.00
Votazioni per il Consiglio Comunale di Portogruaro ed il Consiglio Regionale del Veneto.

Domenica 24 maggio, ore 13.00
Visita all’orto botanico e picnic autogestito: Portogruaro, Parco della Pace.

Sabato 16 maggio 2015, ore 18.00
Concerto rock: Portogruaro, Piazzetta S. Andrea, di fronte alla Casa del Mutilato.

Venerdì 15 maggio 2015, ore 19.00
Cena di autofinanziamento: a Teglio Veneto, in via Lugugnana 13.

Domenica 10 maggio 2015, dalle 10.00
Biciclettata: da Piazza della Repubblica (con bici alla mano) a Giussago e Lugugnana e ritorno.

Venerdì 1 maggio 2015
Festa dei lavoratori: presidio in piazza della Repubblica e al Centro commerciale.

Venerdì 24 aprile 2015
Flash mob di coalizione in piazzetta Pescheria per presentare le liste della coalizione di Marco Terenzi.

Mercoledì 15 aprile 2015
La lista rossoverde presenta sul sito la lista dei candidati su cui comincia a raccogliere le firme per candidarsi alle elezioni.

Giovedì 9 aprile 2015
Il gruppo rossoverde annuncia con un comunicato l’appoggio al candidato Terenzi e Patrizia Daneluzzo ribadisce la posizione all’incontro serale di presentazione della coalizione al Teatro Russolo.

Mercoledì 25 marzo 2015
Sul sito vengono pubblicati i cinque progetti definiti.

Domeniche 15 e 22 marzo 2015
Due incontri aperti ai cittadini in Sala del Caminetto per discutere su cinque progetti: scuola, lavoro utile, laicità, ambiente, partecipazione.

Giovedì 19 febbraio 2015
I rossoverdi annunciano il primo incontro con Marco Terenzi candidato sindaco del Pd e l’avvio dellla discussione sul programma.

Domenica 16 novembre 2014
Assemblea in Sala del Caminetto per rinnovare le ragioni della presenza della lista civica rossoverde (#un’altra idea per Portogruaro).

Tags:
Filed under: | | No Comments

Un voto che vale

9 maggio 2015
Pubblicato da La Città Futura

Perché votare per la Bicicletta?

Perché siamo un gruppo coeso e leale che ha sempre dimostrato di lavorare con serietà entro la maggioranza di centrosinistra portando spesso gli altri sulle proprie posizioni (vedi linea Alta Velocità, difesa dell’acqua pubblica, piano regolatore a consumo di suolo zero, piano d’azione per l’energia sostenibile, parco del Lemene-Reghena).
Perché nelle alleanze facciamo scelte di programma e non di poltrone.
Perché solo con noi presenti in Consiglio Comunale l’alleanza che sostiene Marco Terenzi potrà veramente considerarsi di CentroSINISTRA.

Perché puntiamo su persone serie e capaci che hanno dimostrato di saperci fare (Patrizia DANELUZZO assessore comunale uscente e Lucia STECCANELLA consigliere comunale uscente).
Perché abbiamo persone giovani che vogliono darsi da fare per la città e che hanno già dimostrato di sapersi impegnare su temi importanti (Ilaria ZAMBURLINI e Giovanna BERTACCHE).
Perché puntiamo sulle donne con altre due new entry come Sandra FANCELLO e Ursula AHLBORN.
Perché il 50% della lista è di persone che non si sono mai candidate prima (oltre a quelle già citate, anche Stefano BONDI, Luigi BRIGANTI, Francesco DAL MAS e Walter STEFENATO).
Perché i vecchi che si ripresentano lavorano per la lista senza velleità personali.

Perché siamo contro il terzo mandato.
Perché i punti pregnanti del nostro programma, che trovi all’interno, sono recepiti dal programma di coalizione.
Perché crediamo che sia necessario mettere mano a tutta la struttura comunale valorizzando e coinvolgendo di più il personale.
Perché non molleremo mai sui temi che ci stanno più a cuore (ambiente, laicità, partecipazione, scuola, lavoro utile), fino allo sfinimento nostro e di chi sarà in maggioranza con noi.

In ogni caso, a sostegno di Marco Terenzi sindaco.

Tags:
Filed under: | | No Comments

Che ci fa ancora in lista?

23 aprile 2015
Pubblicato da Ivo Simonella

Chi in questi giorni si troverà a firmare i moduli di sottoscrizione della Lista RossoVerde per le elezioni comunali o ha sbirciato nel sito www.lacittafutura.net troverà anche il mio nome tra i candidati.

E allora, probabilmente, più di qualcuno si chiederà: ma come? Simonella si dimette da Assessore, dice che è contrario ad andare oltre i due mandati e adesso si ripresenta alle elezioni?

Ebbene sì, ho deciso di farlo, ma non perchè abbia cambiato idea: io non accetterò nessuna carica anche se per caso fossi eletto. La mia presenza nella lista RossoVerde La Città Futura vuole essere un segno di riconoscimento, un segnale, un dire che, anche se non sarò dentro al palazzo, il mio impegno per la lista e per la città continuerà. Che la mia esperienza, le mie competenze, le mie sensibilità, saranno a disposizione della lista e di chi la rappresenterà.

Ma voglio fin da subito essere chiaro con i tanti elettori che mi hanno sostenuto in questi anni e con chi ancora mi manifesta l’apprezzamento per il modo in cui ho svolto il mio ruolo di amministratore: è sempre tempo di sostenere la Lista che ho contribuito a far nascere, ma è anche tempo di dare spazio a persone nuove, più giovani e piene di entusiasmo, che hanno già dimostrato di essere in grado di rappresentare degnamente i RossoVerdi in Giunta e in Consiglio Comunale. E oltre a queste, nella nostra lista ci sono veramente tante persone nuove interessanti e meritevoli di essere votate.

(Testo pubblicato il 21 aprile 2015 sulla postazione Facebook dell’autore.)

Tags:
Filed under: | | No Comments

La bicicletta corre con Terenzi

9 aprile 2015
Pubblicato da La Città Futura

Il Gruppo Rosso Verde La Città Futura ha deciso di presentare una propria lista alle prossime elezioni municipali del 31 maggio 2015 in coalizione ed in appoggio alla candidatura a sindaco di Marco Terenzi.

Come è nostro costume la discussione è stata intensa ma tutt’altro che semplice. La situazione di questa campagna elettorale è del tutto diversa da quella che nel 2010 ci vide contribuire alla rielezione di Antonio Bertoncello. Allora la destra governava il paese e la regione Veneto ed il Pd era all’opposizione di entrambe. Oggi abbiamo un governo nazionale di identità ineffabile e con politiche per noi quasi sempre inaccettabili, ma alla guida di questo governo c’è il segretario del Pd nazionale Matteo Renzi e questo ci crea non pochi problemi. Abbiamo quindi fatto appello a tutte le nostre risorse morali ed intellettuali.

La nostra è infatti una lista civica che ha le sue ragioni di esistenza nella lotta e nella partecipazione per rendere migliore la vita dei cittadini portogruaresi. “La Città Futura accomuna tutti coloro che si riconoscono nei valori della pace, della solidarietà, della legalità, della partecipazione, della sostenibilità, della tutela dell’ambiente, della difesa dei diritti.” – così ci presentiamo sul nostro sito. Pensiamo che questo sia possibile discutendo e comunicando le nostre idee ed i nostri progetti con tutti coloro che ci seguono e cercando l’alleanza con chi ha un’impostazione culturale, morale e politica compatibile con la nostra.

Noi pensiamo che il Pd di Portogruaro non sia uguale al Pd nazionale e che sia possibile trovare con questo partito locale e le sue articolazioni elettorali un terreno d’accordo per un’amministrazione comunale in linea con i nostri progetti. Abbiamo trovato in Marco Terenzi una persona con forte profilo culturale, ma pensiamo che le differenze importanti che ci possono essere sulla concezione della vita e della società non siano necessariamente un ostacolo insuperabile e anzi possano essere una fonte di arricchimento e di reciproca contaminazione, quindi utili per la coalizione.

Il nostro modo di fare politica è tuttavia sempre legato alla realizzazione di un programma, del progetto per Portogruaro che resterà il nostro costante punto di riferimento. Chiederemo il voto su questo progetto e su una lista di cittadini che sono in grado di realizzarlo con competenza e dedizione. In qualsiasi momento della vita consigliare il nostro voto non sarà mai opposto al nostro progetto. Come in qualsiasi momento della stessa il nostro voto non sarà mai in semplice contrapposizione ad altre posizioni per principio o in funzione propagandistica.

Lavoreremo dunque per raccogliere un grande consenso sulle nostre posizioni e contribuiremo così all’elezione di Marco Terenzi a sindaco di Portogruaro.

Portogruaro, 9 aprile 2015

Tags:
Filed under: | | No Comments

Le passioni civili e le careghe

25 marzo 2015
Pubblicato da Adriano Zanon

Com’è suo costume il gruppo rossoverde ha definito il programma per il periodo amministrativo 2015-2020 discutendone con l’elettorato in due incontri tenuti nella (costosa) Sala del Caminetto. E’ stata un’altra occasione per confermare la nostra passione civile ed il percorso è stato quello caratteristico di un gruppo consolidato, ma aperto ed inclusivo. In quest’occasione però si è abbandonato il lavoro tradizionale sul classico programma elettorale che affronta tutti i punti, o quasi, di un’amministrazione comunale, per concentrarsi su pochi progetti, per far emergere più l’innovazione che la gestione ordinaria, più il coraggio delle scelte che lo sviluppo ed il superamento delle difficoltà della routine.

Sono così usciti cinque progetti per La Città Futura su: La Città Laica e dei Diritti, La Città Partecipata, La Città della Scuola, La Città del Lavoro Utile, La Città Solare (sull’ambiente). Su questi progetti ci sarà il confronto con il candidato sindaco del centrosinistra. Sappiamo che questo non sarà facile, a partire dal primo progetto, ma speriamo che questa sia l’occasione buona per avere su alcuni temi civili l’apertura democratica che nelle precedenti maggioranze non c’è stata.

Oltre ai progetti, agli obiettivi ed alle azioni amministrative, un altro aspetto critico che sta emergendo è l’esigenza di un nuovo stile di lavoro. Ivo Simonella, uno che se ne intende, ha chiesto un “forte rinnovamento nel metodo e anche nelle persone”. Cosa significa? Significa che bisogna cambiar aria nella vita amministrativa, che ha avuto problemi anche derivanti dalle caratteristiche specifiche di alcune persone. Il cambio già previsto del sindaco è dunque una buona occasione per cambiare il gioco dell’intero team.

Servono più umiltà, chiarezza e responsabilità verso gli amministrati, più gioco di squadra tra gli amministratori e col personale del municipio. Si devono eliminare dentro la maggioranza e dentro l’intero Consiglio comunale alcune persistenti capacità di veto, come si devono depotenziare i rapporti tra amministratori e forze culturali ed economiche dominanti nel nostro pur piccolo spazio-tempo. Insomma, serve una svolta netta nello stile del Municipio.

Così dal metodo alle persone. Coloro che hanno frequentato per tanti anni la macchina comunale aiutino chi è politicamente più giovane a crescere, come induce il buon pastore quando affianca il cane giovane a quello vecchio e un po’ stanco. Ma costoro al massimo si accontentino di sedersi accanto, non su uno scranno più alto. Ciò per infondere coraggio al giovane collega e dimostrare proprio cos’è la passione civile, quella disinteressata, senza il reiterato maggior potere sulla macchina municipale. E se hanno proprio bisogno di sedersi da qualche parte, anziché cercare una carega, vadano a farsi un giro in bicicletta.

Tags:
Filed under: | | No Comments

Dopo Bertoncello si cambi

17 marzo 2015
Pubblicato da Ivo Simonella

Con Bertoncello si chiude un’epoca per il centrosinistra a Portogruaro. Ora servono forti segnali di rinnovamento.

Antonio Bertoncello, come ama spesso dire, è al governo della nostra città dal 1991. Una figura forte che può piacere o meno ma che, senza dubbio, ha lavorato sodo per la nostra Portogruaro in tutti questi anni, lavoro che la gente ha riconosciuto, in particolare rieleggendolo sindaco al primo turno nel 2010.

Ora il centrosinistra mira a far eleggere Marco Terenzi, una figura completamente diversa sia come formazione che come personalità. In ogni caso, all’altezza del ruolo che potrebbe ricoprire.

Io credo che, mai come ora, il centrosinistra debba cogliere questa occasione per dare vita a un forte rinnovamento nel metodo e anche nelle persone che porteranno avanti il progetto di coalizione.

Nel metodo perché – e Marco l’ha già annunciato – dovrà essere maggiormente praticato il meccanismo della delega per far crescere i componenti di giunta e di consiglio. Però, se in consiglio o in giunta ci saranno ancora esponenti tanto legati a un vecchio modo di far politica, si corre il rischio che il cambiamento venga frenato. Un cambiamento reale, infatti, potrà essere possibile solo se ci si libererà di coloro che frequentano da troppi anni il consiglio comunale (per fortuna non sono neanche tanti nel centrosinistra).

Chi ha già fatto tre o più legislature (non dico due come auspicano in molti), sia stato esso consigliere o assessore, dovrebbe farsi da parte e limitarsi a mettere la sua esperienza al servizio della coalizione. Girano, invece, voci che vanno in direzione contraria.

Per fare politica ed essere a disposizione della città non c’è bisogno di essere consigliere comunale o assessore: c’è tanto altro che si può fare per il bene comune stando fuori dal palazzo.

Tags:
Filed under: | | No Comments

Per un programma partecipato

13 marzo 2015
Pubblicato da La Città Futura

La Lista Rosso Verde La Città Futura conferma l’incontro con gli elettori portogruaresi per definire i cinque punti del suo programma elettorale. Così nella Sala del Caminetto della Villa Comunale nelle prossime due domeniche, 15 e 22 marzo, dalle ore 10, si discuterà progressivamente di Scuola, Lavoro Utile, Laicità, Ambiente, Partecipazione.

Chiediamo ai cittadini ed elettori portogruaresi di partecipare e contribuire con idee e critiche, tutte benvenute.

Tags:
Filed under: | | No Comments
Pagina successiva »