La Città Futura

il progetto rossoverde per Portogruaro
 

Portogruaro e i fascisti

18 giugno 2016
Pubblicato da La Città Futura

VivaGuerra.jpeg (125224 byte)

L’attuale Presidente del Consiglio Comunale Gastone Mascarin ha presenziato sabato 11 giugno¬†all’inaugurazione della nuova sede di CasaPound in via Spalti. In seguito¬†alla notizia riportata dalla Nuova Venezia del 12 giugno col titolo “Mascarin ‘benedice’ Casa Pound”, i RossoVerdi hanno subito manifestato la loro opinione e pubblicato un documento,¬†“L’Amministrazione Senatore benedice Casa Pound”, leggibile ¬†su questo sito. Il 16 giugno CasaPound Portogruaro ha risposto con un lungo comunicato reperibile dal web locale.

Non consideriamo i giudizi espressi su di noi, non √® questo l’oggetto e comunque ognuno pu√≤ pensarla come vuole senza avere da noi¬†automatiche risposte o controrisposte. In politica, come nel resto della vita, c’√® un momento in cui tra due parti non c’√® possibilit√† di comprensione reciproca. Questo √® un fatto concreto e pratico, non astratto e teorico, e la civilt√† occidentale √® arrivata progressivamente a riconoscere la necessit√† di regolare i conflitti¬†con quella che chiamiamo democrazia. In questa c’√® spazio per tutti e tutte le idee, basta che non servano a ostacolare o minacciare i diritti universali dell’uomo, che nel 1948 sono stati riconosciuti¬†in una Dichiarazione promossa dalle Nazioni Unite.¬†Per noi in questa c’√® anche¬†l’unico pregiudizio accettabile, ovvero non ci sono¬†pregiudizi ideologici, religiosi o etnici che possano impedire il libero manifestarsi di idee ed azioni politiche. E su questo pensiamo¬†che non si possa transigere.

CasaPound per√≤,¬†oltre a rimproverarci¬†che non conosciamo tutte le loro belle azioni, non accetta in particolare un’espressione da noi usata, quella che li valuta come “anticostituzionali” e “antidemocratici”, minacciando perfino la querela. Ma noi abbiamo usato diverse espressioni: “movimento di destra radicale”, “un vero partito politico che richiama esplicitamente l‚Äôideologia fascista”, “un movimento fascista”, “un partito d‚Äôispirazione dichiaratamente mussoliniana che si fa beffe della¬†Costituzione” e –¬†solo verso la fine – “un partito anticostituzionale e antidemocratico”.

Come si vede, il problema √® molto semplice: costoro che si dichiarano rispettosi della Costituzione e delle regole democratiche non disconoscono di essere, semplicemente, fascisti, anzi “fascisti del terzo millennio”, come usano dire. E se¬†in verit√† si dichiarano di essere fascisti¬†perlopi√Ļ verbalmente, nei loro testi √®¬†facile leggere rimandi al pensiero gentiliano e all’esempio mussoliniano.

Ma noi non possiamo non¬†ricordare almeno i capitoli principali che hanno caratterizzato il nostro ventennio fascista,¬†quando gli italiani si videro progressivamente¬†massacrati dagli squadristi in camicia nera, privati di ogni attivit√† democratica e parlamentare, omaggiati¬†del primo totalitarismo, confinati ed imprigionati, quando non assassinati, portati in guerra, dapprima all’effimera conquista di colonie e negli innovativi bombardamenti sui civili in Spagna, quindi sottoposti all’ignominia delle leggi razziali e poi – dopo la guerra lampo in Albania – alleati¬†ai nazisti tedeschi per l’aggressione in¬†Francia, in Nord¬†Africa, in Grecia, in Jugoslavia, in Russia, per finire trascinati alla guerra civile nel Nord del paese, dove i gruppi di volontari partigiani dovevano combattere contro l’invasore tedesco affiancato dai residui fascisti repubblichini.

Dunque CasaPound si rif√† al fascismo storico e pensa¬†a quello futuro, questo √® noto¬†a tutti i cittadini un po’ attenti e curiosi di politica. Solo che¬†il fascismo non √® compatibile con la Costituzione Italiana e con la democrazia. E questo √® un giudizio politico che ribadiamo.¬†Mentre siamo fiduciosi dell’azione della¬†polizia e della magistratura alle quali spetta¬†il compito di valutare il rispetto della legalit√†.

Ma il vero problema dai noi¬†posto a¬†Portogruaro¬†√® altrettanto semplice: pu√≤ il Presidente del Consiglio Comunale “benedire” un’associazione fascista? Sappiamo tutti della familiarit√† di Gastone Mascarin con certi gruppi, non √® certo un fatto oscuro, vista anche la formazione della sua ultima lista elettorale. E Mascarin pu√≤ far politica come vuole, nel rispetto delle leggi. Solo che noi riteniamo inaccettabile che costui non partecipi alla cerimonia del 25 aprile nella piazza della Repubblica, contigua al corso Martiri della Libert√†, dove furono lasciati appesi i nostri partigiani, e partecipi con tanta visibilit√† all’inaugurazione di una sede fascista di via Spalti. Con simili comportamenti, quale sar√† il futuro del Municipio di Portogruaro?

Con questa presa di posizione non ci preoccupa certo essere considerati vecchi o marginali, sappiamo piuttosto di avere con noi molti portogruaresi. E chiediamo a chi è presente in Consiglio Comunale, di qualsiasi schieramento, di riflettere e di dibattere pubblicamente questo punto con la dovuta chiarezza e responsabilità.

Filed under: | | No Comments

Lascia un commento