La Città Futura

il progetto rossoverde per Portogruaro
 

Diario elettorale: Mercoledì 20 maggio 2015 (-11)

20 maggio 2015
Pubblicato da Fausto Coppi

Caro diario,
al Giro¬†√® finalmente successo qualcosa d’interessante, seppur strano (come al solito le situazioni si possono leggere in almeno due modi). Ieri infatti, nel finale della tappa che portava a Forl√¨, vinta dal sandonatese Nicola Boem, l’australiano Richie Porte, nativo della Tasmania (un’isola ed uno stato australiano), leader del team Sky, √® stato aiutato dal suo amico e connazionale Simon Clarke dell’Orica GreenEdge, che gli ha passato la ruota della sua bici perch√© lui aveva bucato. E gli ha anche dato una spinta per ripartire. Cos√¨ oltre a perdere 47″, la giuria gli ha dato altri due minuti di penalizzazione che potrebbero essergli fatali nella graduatoria finale.

Sulla stampa sportiva la cosa √® stata assai commentata, sia in termini di regolamento che in termini di etica sportiva. Chi sottolinea il fair play, chi lo strano isolamento di Porte. Com’√® possibile che il capitano di un squadra non abbia nelle vicinanze n√© un gregario n√© l’ammiraglia? I maligni parlano di rapporti freddi tra capitano e resto della squadra, col primo piuttosto maniaco ossessivo ma coccolato dai dirigenti che lo mettono, ma solo lui, sull’elicottero per fargli risparmiare la trasferta pi√Ļ lunga, e altro ancora. Insomma, bisogna star attenti, quando c’√® un evento che sembra semplice e lineare, come una foratura e l’aiuto generoso di un amico, che la cosa pi√Ļ esser assai pi√Ļ complessa.

Uno dei miei maestri, Edgar Morin, mi ha insegnato che la realt√† √® sempre complessa e che i momenti di crisi “aggravano le incertezze e favoriscono gli interrogativi” (Come vivere in tempi di crisi?, BookTime, Milano 2011, pp. 5-26), e ancora:

Per capire quel che succede e sta per succedere a questo mondo, occorre avere una certa sensibilit√† per l’ambiguit√†. Che cos’√® l’ambiguit√†? L’ambiguit√† si traduce nel fatto che una realt√†, una persona e una societ√†, si presentano sotto l’aspetto di due verit√† diverse e opposte, o comunque si manifestano con due facce, di cui non si sa quale sia quella vera. (…) La seconda cosa necessaria da comprendere √® l’ambivalenza. Quando una situazione presenta due ordini di valori diversi e a volte addirittura contrari, questa situazione √® ambivalente. (…) Si pu√≤ discutere a lungo sui fatti e misfatti della globalizzazione, ma io credo che la miseria sia il dato dominante. Ci√≤ che √® importante, tuttavia, √® la sua profonda ambivalenza (…). La globalizzazione √® tutto quel che di meglio e di peggio vi √® nello stato di cose. (…) La sfida della globalit√† √® una sfida della complessit√†. (…) Il pi√Ļ grande apporto di conoscenza del XX secolo √® stata la conoscenza dei limiti della nostra conoscenza. L’incertezza √® il nostro terreno (…). L’incertezza cognitiva e l’incertezza storica. (…)

Per quel che ci riguarda, la probabilit√† √® che noi stiamo andando verso l’abisso. (…) Siamo forse giunti a una tappa, che sia preludio a una metamorfosi da cui potr√† nascere una societ√†-mondo di nuovo tipo? (…) Ma perch√© no? Nella storia vediamo che grandi eventi, cominciano in tono minore: in Galilea il cristianesimo √® il credo di una dozzina d’apostoli, prima di diventare una religione universale. Un profeta cacciato dalla Mecca si rifugia a Medina e diventa il fondatore di una religione. (…) Il presente, il reale, non √® ci√≤ che appare stabile. Essere realisti: che utopia! Bisogna essere aperti alle minuzie, all’inatteso. (…) La presa di coscienza del rischio pu√≤ stimolare le difese; bisogna scommettere. (…) L’incertezza √® stimolante perch√© induce a scommettere e a elaborare una strategia. Non bisogna certo andare avanti in modo passionale irriflessivo, ma agire s√¨. Una scommessa, un piano strategico, e avanti!

E non pensare, caro diario, che abbia divagato tanto. Dopo qualche giorno di pedalate a vuoto, cio√® di vacanza, ho solo ripreso a usare la testa. Adesso siamo pronti per l’ultima parte della corsa.

Filed under: | | No Comments

Lascia un commento